CHIUDI

E' innegabile che l'on-line e l'IPad rivoluzioneranno il consumo dei contenuti.

Ormai tutti i maggiori quotidiani hanno annunciato il passaggio alla consultazione digitale tramite l'iPAD.

 Come evidenzia ieri Il Sole 24Ore nell'inserto domenicale (“Fate attenzione all'iPad” di Roberto Casati) “emerge potentemente nell'iPad il design rivolto all'intrattenimento (…) come un iPod ingigantito”.

Insomma uno strumento d'intrattenimento, come ricorda l'articolo, ma a quel punto non servirà un altro tipo di e-book ma l'iPAD segnerà, continua Casati, il nostro “palinsesto mentale” e l'inizio di una battaglia “(...) il cui trofeo, ambitissimo, è la nostra risorsa intellettuale primaria, l'attenzione”.

Attenzione, che evidenzia Casati, “ve n'é assai poca in giro”.

Non a caso l'iPaD ha un piccolo ma fondamentale telecomando che permette altre applicazioni...

Ma, forse ha ragione Rick Moody, sempre sullo stesso inserto, che evidenia come  il libro sia già la tecnologia più flessibile e già centrata sul lettore: possiamo scorrerlo, sfogliarlo, scriverci sopra. Insomma il libro è più facile da personalizzare.

Come?  Vedetelo su questo stesso sito http://devel.assocarta.risolviamo.com/it/eventi-e-news.html

 

 

areasoci

 

Igiene, accettate compromessi?

 
Print power
CEPI 2050
Premio OMI 2016
Associazione italiana Musei della Stampa e della Carta
Two sides - il lato verde della carta
Fondazione per lo sviluppo sostenibile