Find target company from its business name:
cepi
Premio OMI 2016

Banner TwoSides 160x90 Salvagente

print power

Confindustria Sostenibilita

  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta
  • Assocarta

"Non lasciare passare un giorno senza fare un segno" di Massimo Medugno

Non lasciare passare un giorno senza prendere un appunto, fare una lista,  scarabocchiare su un foglio. Sembrerà un obiettivo di portata non amplissima, ma è dalle piccole cose che nascono le grandi. È anche ciò contribuisce al nostro "fitness". Sono, infatti, molti gli studi che confermano che usare la penna permette di memorizzare meglio ciò che si scrive. Lo sostiene da ultimo la studiosa di Princeton, Pam Mueller. Molto più che scrivere con la tastiera e quindi con un digital device.Per promuovere quest’ultimo, molto spesso, si afferma che il digitale “è un passo avanti per l’ambiente”.

VIDEO ASSEMBLEA ASSOCARTA 25 GIUGNO 2015: le cartiere italiane pagano la bolletta energetica più cara d'Europa.

Il conto pagato in termini di oneri di sistema gas ed energia elettrica arriva a oltre 160 milioni di Euro l’anno, circa il 14% del costo totale della bolletta energetica.

 

 

 

Premio Print Power al Grand Prix della Pubblicità 2015

Premio Print Power al Grand Prix della Pubblicità 2015: Cristiano Militello premia migliore campagna di comunicazione integrata su carta Nescafé Pop-Up Caffè. www.printpower.eu/it

ASSEMBLEA ASSOCARTA: ITALEXIT: A RISCHIO LA COMPETITIVITA’ DELLA CARTA E CARTONE MADE IN ITALY

 BOLLETTA ENERGETICA QUASI PARI A UN QUINTO DEL FATTURATO

LA PRODUZIONE MANTIENE IL LIVELLO DEL 2013 GRAZIE AD UN EXPORT DEL 45%

FEDERAZIONE CARTA: APPROVATA “ROAD MAP”

25 giugno 2015 – “Nel 2014 l’Italia si riconferma 4° produttore di carta e cartone in Europa dopo Germania, Finlandia e Svezia grazie al 45 % di export ma il livello produttivo è pari al 2013: 8,6 milioni di tonnellate per un fatturato di 6,7 miliardi di Euro” ha affermato il Presidente di Assocarta Paolo Culicchi durante l’Assemblea Pubblica, svoltasi ieri a Roma, presso Civita in Piazza Venezia 11.

Sabato 23 maggio, alle ore 21.30 su RAI TRE, andrà in onda “Ulisse: Il piacere della scoperta UN MONDO DI CARTA”

un’intera puntata dedicata alla carta, al suo processo di produzione e al suo riciclo perché la carta fa parte della vita quotidiana di ognuno di noi: è cultura, informazione, igiene e protezione di prodotti e alimenti. E’ un prodotto “bio” da secoli che ha fatto della sostenibilità una sua caratteristica essenziale. Più della metà della carta prodotta in Italia è ottenuta da carta da riciclare (54% tasso di utilizzo) e il 75% della cellulosa impiegata dalle cartiere italiane è dotata di certificazione forestale. La carta è inoltre un prodotto compostabile e biodegradabile, insomma un attore naturale della Green Economy.Ma la carta ... è molto di più. “La carta è quella tecnologia con la quale abbiamo potuto dare un senso al mondo e grazie alla quale siamo diventati ciò che siamo” afferma l’irlandese Ian Sansom ....

La filiera cartaria ha nel DNA l'Economia Circolare ... scopri perchè in questo video della CEPI Confederazione Europea dell'Industria Cartaria

Guarda il video CEPI in lingua inglese dal titolo: "Circular economy is in the DNA of the pulp and paper industry"

IVA LIBRI DIGITALI: il Lussemburgo si adegua alla decisione della Corte di Giustizia Europea

17 aprile 2015 - Le Autorità del Lussemburgo hanno annunciato che, a far data dal 1° maggio prossimo, il tasso standard dell’IVA su testi e libri elettronici e digitali sarà del 17%. In precedenza, il Lussemburgo applicava un’aliquota super ridotta del 3% ma lo  scorso marzo, la Corte di Giustizia Europea aveva stabilito che questa aliquota non era in linea con le direttive comunitarie in materia fiscale, più precisamente quelle sulla tassazione dei testi elettronici. Per questo motivo, il Lussemburgo ha deciso di applicare la nuova aliquota del 17% a partire dal 1° maggio 2015. 

(http://www.kpmg.com/global/en/issuesandinsights/
articlespublications/taxnewsflash/pages/2015-1/
luxembourg-vat-rate-of-17-percent-on-digital-electronic-books.aspx)

Un nuovo studio dell’Università di Westminster dimostra che gli asciugamani monouso in carta diffondono meno microbi e presentano meno rischi di contaminazione reciproca

Bruxelles, Belgio - 15 aprile 2015 - Una nuova ricerca, condotta dall’Università di Westminster su commissione di ETS (European Tissue Symposium), ha riscontrato che asciugare le mani con asciugamani monouso in carta mostra un livello di dispersione nell’aria di microbi e di contaminazione inferiore. Questo può consentire di ottenere installazioni maggiormente igieniche nei bagni pubblici.