CHIUDI

"ECONOMIA CIRCOLARE NEL SETTORE DEI RIFIUTI” Position Paper della Federazione della Filiera della Carta e della Grafica

La Commissione europea ha presentato un pacchetto di modifiche normative per promuovere l’Economia Circolare. Le proposte di modifiche sono il tentativo di miglioramento del quadro di riferimento normativo, soprattutto se messe a confronto con il pacchetto di proposte precedentemente presentato dalla Commissione UE a luglio 2014.

Ne ricordiamo alcune:

  • l’allineamento delle definizioni tra le varie direttive e tra gli Stati membri e dei metodi di calcolo per il calcolo degli obiettivi;
  • l’aumento fino al 65% degli obiettivi di preparazione per il riutilizzo e riciclaggio dei rifiuti urbani;
  • la revisione degli obiettivi di preparazione per il riutilizzo e riciclaggio per i rifiuti da imballaggio e la semplificazione degli obiettivi stessi, la cui reale perseguibilità, in particolare per alcuni settori (es. plastica), andrà tuttavia verificata prima di procedere all’approvazione definitiva;
  • la limitazione graduale del conferimento in discarica dei rifiuti urbani fino a giungere al 10% entro il 2030;
  • nuove misure per promuovere la prevenzione (anche per i rifiuti alimentari) ed il riutilizzo;
  • l’introduzione di condizioni minime operative per l’applicazione della Responsabilità Estesa del Produttore (EPR);
  • l’implementazione di un sistema di allarme rapido (Early Warning System) per il monitoraggio e la verifica del raggiungimento degli obiettivi di riciclaggio.

Secondo il settore cartario è fondamentale il ruolo dell’industria nel contribuire attivamente alla transizione verso un modello di sviluppo di tipo circolare. Scarica il Position Paper:

@ASSOCARTA

areasoci

 

Igiene, accettate compromessi?

 
Print power
CEPI 2050
Premio OMI 2016
Associazione italiana Musei della Stampa e della Carta
Two sides - il lato verde della carta
Print4All
Fondazione per lo sviluppo sostenibile