CHIUDI

26 luglio 2017 - Assocarta condivide l’urgente necessità espressa negli scorsi giorni da FederlegnoArredo di attuare politiche forestali efficaci su scala nazionale che favoriscano la pulizia dei boschi e li rendano più sicuri. In un Paese come l’Italia, tradizionalmente povero di materie prime, il bosco e la sua biodiversità sono un patrimonio da salvaguardare, tutelare e curare che può divenire fonte di reddito  generando nuovi posti di lavoro. L’industria cartaria da sempre valorizza il patrimonio forestale utilizzando solo prodotti forestali certificati provenienti da foreste gestite in modo sostenibile.

Il legno utilizzato dal settore viene infatti ottenuto dallo sfoltimento degli alberi che è necessario a conservare le foreste in salute, e dai residui generati da altri settori industriali. A questo proposito va inoltre ricordato che in Italia la principale materia prima per produrre carta è la carta da riciclare dalla quale si ottiene oltre la metà della produzione cartaria nazionale (55%). La restante percentuale di materia prima è costituita da legname certificato o proveniente per il 75% da foreste europee ed extraeuropee gestite in modo sostenibile. Usare legno non è di per sé causa di deforestazione, ma al contrario fornisce un valore alla foresta che viene così messa al riparo dalla richiesta di terreno da agricoltura e pastorizia. La principale causa diretta della deforestazione tropicale è, infatti, la conversione dei terreni all’agricoltura e alla pastorizia – principalmente per motivi di sussistenza – oltre alla produzione energetica.

Per maggiori info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

areasoci

Print power
CEPI 2050
Premio OMI 2016
Associazione italiana Musei della Stampa e della Carta
Two sides - il lato verde della carta
Print4All
Fondazione per lo sviluppo sostenibile