CHIUDI

In primo piano - comunicati stampa

17
Settembre

Roma, 17 settembre 2019- “Non è accettabile che per una paralizzante interpretazione giuridica in materia di EoW non sia possibile richiedere le autorizzazioni per riciclare e recuperare rifiuti. Se le norme non tengono in considerazione la continua evoluzione tecnologica in materia si compromette il ruolo del settore cartario nell’Economia  Circolare, ad esempio nel riciclo di materiali compositi e complessi. Per questo va recepito l’art. 6 della direttiva rifiuti 851/2018 che prevede un serie di criteri per l’autorizzazione caso per caso a livello regionale. Altrimenti finiremo nelle sabbie … immobili! Se non  ci siamo già” dichiara il Presidente di Assocarta Girolamo Marchi al termine dell’audizione per l’indagine conoscitiva in materia di EoW. di fronte alla Commissione Ambiente della Camera dei Deputati. “E senza un sistema di EoW difficile pensare ad un “Green New Deal”. Molte iniziative imprenditoriali sono bloccate e questo impedisce di aumentare il riciclo della carta e di essere più efficaci in termini di Economia Circolare, bloccando proprio l’innovazione della quale abbiamo una straordinaria necessità”.

D’altro canto, è abbastanza inutile inserire clausole verdi nei capitolati o dare incentivi fiscali per fare “Green procurement” se non si riescono ad incrementare le “produzioni verdi” in Italia. E per far questo ci vogliono prima le autorizzazioni e poi la costruzione  delle fabbriche, con qualche termovalorizzatore dedicato. Altrimenti avvantaggiamo i nostri concorrenti europei che hanno già queste capacità produttive. Leggi la presentazione dell'intervento di Assocarta "10 Buoni Motivi per sbloccare l'EoW":

11
Settembre

Lo scorso 4 settembre si è tenuto, a Bruxelles, l’evento #Paper Presents, una mostra interattiva allestita con prodotti in carta e fibra di cellulosa organizzata da CEPI, insieme ai partner FEFCO, ACE e FEPE, per presentare l'industria cartaria ai nuovi membri del Parlamento europeo.

#Paper Presents ha visto la presenza di oltre ottanta partecipanti dalle associazioni nazionali dell'industria della cellulosa e della carta, rappresentanti del settore, e l'adesione e la partecipazione di otto eurodeputati fra cui l’On. Pietro Fiocchi (nella foto con il Dg Assocarta Massimo Medugno).

 

Una mostra interattiva per illustrare la diversità e l'approccio orientato al futuro del settore cartario e per mostrare gli usi innovativi della carta, un prodotto rinnovabile, riciclabile e responsabile.

La mostra comprendeva numerosi prodotti relativi al riciclo e all’economia circolare(fra questi anche i rotoloni Regina dell’italiana Sofidel), energia, sostituzione dei materiali, sicurezza alimentare, gestione dei rifiuti, salute pubblica e digitalizzazione. Con il supporto di due sale digitali e l'angolo Nintendo Labo che hanno reso l’evento un'esperienza unica e interattiva.

“Un evento che ha permesso ai partecipanti di toccare con mano che la carta è buon esempio di bioeconomia circolare in quanto è una tecnologia che ha saputo coniugare la sostenibilità con l’impiego di materie prime rinnovabili e il riciclo dei prodotti a fine vita” ha affermato Massimo Medugno Dg Assocarta a margine dell’evento che ha visto l’intervento del DG di CEPI, Jori Ringman, che ha illustrato l'enorme diversità dei prodotti nell'industria cartaria a fronte di un unico comune denominatore: rinnovabilità e la riciclabilità.

Il direttore generale di ACE, Annick Carpentier, ha invece sottolineato l’importanza simbolica di un evento come #PaperPresents che illustra l’ impegno nella gestione sostenibile delle foreste di tutta la filiera cartaria e forestale. “Le foreste europee sono cresciute negli ultimi 10 anni di una superficie pari a oltre 1.500 campi da calcio ogni giorno” è il messaggio chiave della campagna TwoSides – Il lato verde della carta che, già diffusa a livello europeo, prenderà il via anche in Italia nel corso del mese di settembre. CEPI, FEFCO, ACE e FEPE nel corso dell’evento si sono inoltre impegnati a piantare un albero per ognuno dei partecipanti a #PaperPresents. http://www.cepi.org/paper_presents (clicca sul link per vedere il video)

 

10
Aprile

Nell’ambito dell’iniziativa Treno Verde di Legambiente Assocarta organizza, con il sostegno di Confindustria Toscana e Confindustria Toscana Nord, l’evento “L’economia circolare nella filiera della carta: dal riciclo di qualità alla gestione degli scarti#chiudereilciclodellacarta che si terrà il prossimo 20 aprile presso Confindustria Firenze (Sala Assemblee via Valfonda 9 alle ore 10.00).

Interveranno all’evento Fausto Ferruzza - Presidente Legambiente Toscana sul ruolo del distretto toscano nello scenario nazionale della carta, Carlo Montalbetti - Direttore Generale Comieco sul riciclo della carta in Italia, Andrea Bianchi – Direttore Area Politiche Industriali Confindustria e Jori Ringman - Deputy Director General and Sustainability Director Cepi che presenterà il progetto europeo “Reffibre” sulla gestione degli scarti del riciclo in Europa. Enrico Fontana Direttore di Nuova Ecologia modererà la tavola rotonda dal titolo “Qualità e legalità: come chiudere il cerchio” alla quale parteciperanno Laura Caselli- Direzione e Energia Regione Toscana, Stefano Ciafani - Presidente di Legambiente, Gianluca Carrega, Segretario Nazionale SLC CGIL, Francesco Fonderico Avvocato Special Counsel Ambientalex e Massimo Medugno di Assocarta.

Leggi il programma dell'evento:

Per maggiori info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

21
Novembre

Milano, 21 novembre 2017 - Una giornata per piantare nuovi alberi e restituire alle comunità spazi verdi, a seguito degli incendi boschivi che recentemente hanno colpito la penisola. È la tradizionale “Festa dell’Albero” di Legambiente (martedì 21 novembre) con il sostegno del Ministero dell’Ambiente, FederlegnoArredo, Assocarta, Conlegno, e AFI-Associazione forestale italiana, che promuoveranno alcune piantumazioni simboliche in aree protette e territori colpiti dagli incendi.

7
Novembre

Pietro Lironi Presidente FEDERAZIONE: “Bene il bonus cultura ai diciottenni, ma è urgente estenderlo ai giornali. Indispensabile una misura strutturale a sostegno di un bene pubblico primario come la lettura”. Se ne parlerà il prossimo 18 novembre (ore 17.00 Borsa Italiana - Area Scavi Piazza degli Affari 6) nell’ambito di #BCM17 Milano al convegno “INVESTIRE IN TITOLI: IMPEGNO ECONOMICO DELLE ISTITUZIONI NEL MONDO DEL LIBRO” organizzato da Borsa Italiana.

Milano, 7 novembre 2017 – Per il 4° anno consecutivo la Federazione Carta e Grafica è PARTNER di BOOKCITY Milano per sostenere un evento che promuove la lettura quale bene pubblico primario per la formazione umana integrale di giovani e adulti e quindi per lo sviluppo del nostro Paese, dove solo il 40% delle persone con 6 e più anni di età (circa 23 milioni di cittadini) ha letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti (Fonte: dati Istat, Aie, Censis).

In particolare la Federazione sarà presente all’evento organizzato da Borsa Italiana “INVESTIRE IN TITOLI: IMPEGNO ECONOMICO DELLE ISTITUZIONI NEL MONDO DEL LIBRO. Francia, Italia e Svizzera: quali le prospettive, quali i risultati?” durante il quale interverranno Yari Bernasconi dell’Ufficio Federale della Cultura di Berna, il Presidente della Commissione Cultura della Camera Flavia Piccoli Nardelli e il Presidente della Federazione Pietro Lironi con un intervento sull’importanza di supportare in modo strutturale la lettura, caratterizzata in Italia dai più bassi indici rispetto alla media Europea, quale bene pubblico primario al pari di salute, istruzione e sicurezza.

9
Ottobre

Milano, 6 ottobre 2017 – In Italia presto si produrrà più carta per imballaggio (e già ora il trend è in crescita) e si riciclerà di più, in linea con gli sviluppi dell’Economia Circolare. Ma la carta da riciclare e soprattutto quella legata alla raccolta urbana non è una materia prima pura e il processo di riciclo comporta la produzione di scarti di processo. Recuperarne il potenziale energetico significa competitività, incrementare il tasso di circolarità e benefici in termini di bolletta energetica.

Magari con siti a piè di fabbrica come negli altri stati europei e sempre in linea con le migliori tecnologie individuate dalle Direttive UE.

Assocarta chiede quindi con urgenza alle amministrazioni regionali impegni concreti per la gestione degli scarti del processo di riciclo: essi non sono null’altro che rifiuti urbani che finiscono nella raccolta differenziata della carta anche per effetto delle politiche di differenziazione sempre più spinte.

19
Maggio

Dalle Assicurazioni Generali al Casinò di Sanremo: 38 aziende in corsa per il Premio alla miglior monografia aziendale

Comunicato stampa -16 maggio 2016. Dalle Generali al Casinò di Sanremo, passando dalle sete di Rubelli, a Tullio lo storico calzolaio di Genova, dai fagioli bio di Pedon, all’unconvenctional Libraccio: sono 38 le aziende che partecipano alla selezione del Premio Monografia d’impresa 2016, giunto alla terza edizione. Le iscrizioni si sono chiuse il 30 aprile e i vincitori saranno annunciati il 27 maggio 2016, nel corso di una conferenza stampa.

Il Premio è promosso dall’Osservatorio Monografie Istituzionali d’impresa, l’unica organizzazione dedita a censire e raccogliere la produzione editoriale delle aziende italiane, con un archivio di quasi 1.000 volumi di storie di imprese e imprenditori.

I premi e le menzioni d’onore saranno attribuiti da due giurie, una composta da professionisti della comunicazione, docenti e imprenditori e l’altra da studenti di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Verona e dello IUSVE Istituto Universitario Salesiano Venezia: entrambe si riuniranno il 25 maggio.

Mario Magagnino, docente di comunicazione all'Università di Verona e presidente dell’Osservatorio, ha spiegato che “il Premio offre un riconoscimento a uno strumento di comunicazione che è stato sempre utilizzato dalle imprese come veicolo di affermazione della cultura e dei valori aziendali e che sta ritrovando interesse grazie alla rinnovata attenzione per le pubblicazioni cartacee”.

I dettagli sul premio e le società partecipanti si possono trovare all’indirizzo: http://www.monografieimpresa.it.

Il Premio OMI per la Miglior Monografia Istituzionale d’Impresa 2016 è sostenuto dalle associazioni Assocom, Assorel, Ferpi, Unicom ed è patrocinato da: Università degli Studi di Verona, IUSVE - Istituto Universitario Salesiano Venezia, Ministero dello Sviluppo Economico, Camera di Commercio di Verona, Assocarta, Assografici, AIMSC - Musei della stampa e della Carta e UPA - Utenti Pubblicità Associati.

areasoci

 

Igiene, accettate compromessi?

 
MIAC Innovation social award
Print power
CEPI 2050
Associazione italiana Musei della Stampa e della Carta
Two sides - il lato verde della carta
Fondazione per lo sviluppo sostenibile