CHIUDI

Milano 9 febbraio 2011 - “Siamo molto preoccupati dallo schema di decreto sulle fonti rinnovabili in Parlamento che collega gli incentivi alle biomasse ai prezzi di mercato delle materie prime. Un controsenso anche rispetto alla Comunicazione della Commissione Europea del 2 febbraio riguardante le sfide dei mercati delle commodities e delle materie prime, tra cui il legno, che ha l'obiettivo di assicurarne la fornitura all'industria europea” dichiara Massimo Medugno Direttore Generale di Assocarta.

In altro senso si indirizza invece la proposta sulle materie prime promossa dal Vice Presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani che va nella giusta direzione perché permette di dare all'industria europea strumenti indispensabili per la sua competitività. Una misura tanto più importante per l’Italia che è un paese trasformatore e, quindi, caratterizzato da un’economia che vive grazie alle materie prime.

 

Per maggiori approfondimenti: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

areasoci

 

Igiene, accettate compromessi?

 
Print power
CEPI 2050
Premio OMI 2016
Associazione italiana Musei della Stampa e della Carta
Two sides - il lato verde della carta
Fondazione per lo sviluppo sostenibile