CHIUDI

''Brusca la frenata della produzione nel primo quadrimestre 2012: - 6,2% . Solo grazie alla positiva dinamica dell'export con il nuovo record di oltre 3,6 milioni di tonnellate, il 2011 è stato archiviato con una produzione di 9,13 milioni di tonnellate di carta e cartone''. Lo ha detto il Presidente di Assocarta, Paolo Culicchi, nella sua relazione all'assemblea annuale di Assocarta, tenutasi oggi a Roma.

''Siamo ben lontani - ha aggiunto - dal picco del 2007 (oltre 10,1 milioni di tonnellate) e per tornare a livelli analoghi occorre andare all'anno 2000. La produzione di carte per usi grafici (+0,6% dopo il miglioramento del 6,6% del 2010) si e' attestata su livelli analoghi a quelli dell'anno precedente nonostante l'influenza dei forti ridimensionamenti della pubblicità su stampa. In arretramento le carte e cartoni destinate all'imballaggio (-2,2% rispetto al 2010). In aumento le carte per usi igienici, domestici e sanitari (+8,1%) che vedono l'Italia confermarsi al primo posto in Europa, dopo la Germania. Anche il fatturato del 2011 di 7,35 miliardi di Euro registra un lieve miglioramento (6,95 miliardi di Euro nel 2010) ma e' insostenibile l'erosione in termini di redditività dovuta agli alti costi energetici e alle materie prime cellulosa e macero''.

Leggi il CS:

Per maggio info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

areasoci

 

Igiene, accettate compromessi?

 
Print power
CEPI 2050
Premio OMI 2016
Associazione italiana Musei della Stampa e della Carta
Two sides - il lato verde della carta
Fondazione per lo sviluppo sostenibile